Mendrisio

Auftakt-Anlass_Mendrisio2
Abitanti

15 562

Cantone

Ticino

Lingua

Italiano

Persona da contattare

Tiziana Madella

Visione, obiettivi

  • Mendrisio si impegna per una società basata sulla solidarietà, sul rispetto reciproco e sulla cooperazione intergenerazionale. La città vuole promuovere la solidarietà e il legame tra i residenti e l‘integrazione della popolazione anziana.
  • Analisi delle iniziative sociali e di volontariato nel territorio comunale. Sulla base del concetto di Welfare Community, gli obiettivi saranno sviluppati insieme agli altri partner. Coinvolgendo le associazioni di quartiere, si analizzano le esigenze e le risorse dei singoli quartieri.
  • Promozione di misure di sostegno all’impegno dei cittadini nei quartieri.
  • Rafforzamento dei legami sociali, soprattutto nei quartieri periferici.
  • Valorizzazione delle esperienze di volontariato già in atto.
  • Implementazione del numero di volontari/cittadini attivi per compiti molto specifici.
  • Sviluppo del progetto „Volontariato di prossimità“ e “Cittadini attivi”
  • Aumento della % lavorativa da dedicare al coordinamento di progetti relativi al volontariato

Stato attuale e passi successivi

  • Nel documento politico Mendrisio 2030 si riconosce il ruolo strategico del volontariato e della partecipazione della cittadinanza. In particolare la Città sostiene ed incentiva le circa 100 associazioni presenti sul territorio.
  • La città sostiene attivamente le iniziative delle associazioni di volontariato e i gruppi informali mettendo a disposizione le proprie infrastrutture, tempo e consulenza dei propri dipendenti.
  • La città mantiene una collaborazione attiva con le associazioni locali del territorio (per i diversi target di età, tra cui gli anziani) e con le commissioni di quartiere. L‘Ufficio Sviluppo Economico del Comune mantiene contatti regolari con le imprese della zona e promuove anche la collaborazione con il Dicastero politiche sociali.
  • Progetto Engagement Local: è stato istituito un gruppo di coordinamento del progetto, cabina di regia, composto dall’ente promotore Antenna sociale e Antenna anziani della Città insieme a SACD (Associazione Assistenza e Cura a Domicilio del Mendrisiotto e Basso Ceresio), Pro Senectute, ATTE (Associazione Terza Età), Generazioni e Sinergie e Radix. Il gruppo sta lavorando insieme per definire le fasi di sviluppo del progetto. FASE 1
  • Il 30 settembre è previsto il primo incontro allargato con tutti i partner. L’obiettivo dell’incontro sarà quello di: favorire la conoscenza reciproca dei partner, delineare e condividere obiettivi, mandato e prospettive del bando, presentare la cabina di regia e il processo di sviluppo del progetto. FASE 2
  • E’ inoltre in atto una parte della FASE 3 legata allo sviluppo di un analisi conoscitiva del territorio: si è da poco conclusa l’indagine svolta dal SAS (Servizio anziani soli), servizio che rientra nell’antenna anziani. È stata effettuata un‘indagine su tutte le persone che vivono sole a partire dai 70 anni sui contatti sociali, lo stato di salute e il bisogno di sostegno. Durante l’indagine è stato inoltre presentato il servizio SAS.
  • Si prevede lo sviluppo di un questionario semi-strutturato da sottoporre a tutti i partner del progetto E.L. e ai propri contatti riguardante i temi del volontariato, bisogno dei beneficiari, promozione della partecipazione attiva. Queste indagini, insieme ad altre ricerche in corso, permetteranno di definire meglio il campo di indagine (Anziani, famigliari, Volontari, Associazioni) e di formulare ipotesi legate alla peculiarità territoriale. La cabina di regia sta lavorando allo sviluppo del questionario.
  • Contestualmente l’antenna sociale e l’antenna anziani stanno lavorando a delle micro-progettualità di quartiere con alcuni gruppi informali e con associazioni no profit.